CHI SIAMO

La storia

Lampadis Media nasce come il risultato dell’unione di idee e sforzi individuali che mirano al miglioramento delle nostre comunità e della nostra società. alla vigilia del  mese del Ramadan 2020 queste idee vedono la luce e si concretizzano nel primo progetto [Link:il versetto racconta] e poi continua cambiando modalità con un format nuovo. La serie [Link: Sentieri di luce], trasmessa durante il mese del Pellegrinaggio  “Dhul-Hijjah”   Luglio del medesimo anno, una serie di puntate che portano i pensieri e le voci di illustri ospiti che ci accompagneranno in un pellegrinaggio virtuale nell’anno che non ci fu un pellegrinaggio.

Verso la fine del 2020 viene avviato anche un progetto, importante per la nostra idea e voglia per contrastare la disinformazione e il disinteresse sociale verso problematiche che assillano le nostre comunità. Si tratta di [Link: Spolvera la Mente] un progetto senza una scadenza ma con un obiettivo ben definito: contrastare l’analfabetismo religioso mediante una spiegazione e ridefinizione in modo corretto di quei concetti e parole che al giorno d’oggi sono oggetto di incomprensioni e divisioni all’interno della nostra società. Con lo scopo di restituire ad alcuni concetti e nozioni relativi all’islam il loro significato originale. 

La missione

Il carburante che alimenta la nostra motivazione è contenuto nel nome stesso del  progetto: Lampadis – illumina il sapere –  ispirato dalla tradizione latina “traditio-lampadis” ossia “il passaggio di testimone o di consegna”, La scelta di un concetto latino come identità del progetto segnala il nostro intento di contestualizzare il sapere islamico nella storia umana e nel contesto Europeo.

Riteniamo che diffondere la sapienza e la saggezza  che illuminino la mente umana siano la vocazione del tempo, che  merita di essere conosciuta anche dagli altri e trasmessa di generazione in generazione.

Nel Hadith autentico disse il messaggero di Dio pace e benedizione su di lui: 

“In verità i Profeti non lasciano in eredità né Dinaro né Dirham, ma lasciano il sapere e la conoscenza.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.